La disponibilità degli spazi aziendali è un fattore da tenere necessariamente in considerazione nell’organizzazione del lavoro. E la gestione dei processi interni a ogni azienda fa la differenza soprattutto durante l’emergenza. Con il Covid-19, questi aspetti hanno assunto ancora più rilevanza: il distanziamento sociale e l’alternanza di lavoro in ufficio e smart working hanno infatti reso complesso l’utilizzo degli ambienti e necessario il ricorso a una pianificazione quotidiana di tutti gli aspetti che possono impattare sulla salute dei lavoratori: dalla pulizia, alla qualità dell’aria. Questa nuova progettazione della quotidianità aziendale è semplificata ed ottimizzata da sistemi di building management.

 

Cos’è il building management system?

Il building management system, il sistema di gestione di tutte le componenti di un edificio che rendono vivibili e utilizzabili gli ambienti, dallo spazio alla ventilazione, alla pulizia, al monitoraggio della temperatura, entra a far parte della programmazione strategica del lavoro dei facility manager e della visione stessa dell’azienda come luogo di condivisione, ma anche come ambiente sicuro durante una pandemia. Adottare questi sistemi consente infatti non solo di velocizzare, ma anche di agevolare e rendere sicure alcune operazioni e abitudini di utilizzo degli spazi dell’edificio che in molte aziende non prevedono ancora l’ausilio della tecnologia”, spiega Simone Allievi, Digital Solution Manager di Integris.

 

Building management system e tutela della salute

La gestione degli spazi e il monitoraggio della salubrità degli ambienti è direttamente collegata alla salute dei dipendenti. Sappiamo ad esempio che normalmente l’umidità può favorire la crescita di muffe e batteri. Anche mantenere una corretta pressurizzazione nei servizi igienici può aiutare a ridurre batteri e virus che possono essere presenti nell'aria. Il compito di mantenere determinati parametri a livelli ottimali è affidato a raffinati sensori automatizzati nati in molti casi per rispondere alle esigenze di risparmio energetico degli edifici, intercettando ad esempio la luce naturale e quindi regolando automaticamente l’illuminazione degli ambienti, per ridurre i costi energetici aziendali o per migliorare la sicurezza di ambienti di lavoro in settori particolarmente a rischio.

 

In che modo il building management system aiuta le aziende in epoca Covid 19?

Oggi tutti i settori industriali sono interessati ad adottare soluzioni tecnologiche più sofisticate perché il livello di sicurezza richiesto in ogni azienda è totalmente diverso dall’epoca pre-Covid e ogni edificio deve dotarsi di sistemi avanzati di monitoraggio e pianificazione. Il principale supporto offerto da questi sistemi consiste nella semplificazione della gestione e del controllo delle procedure previste dalle normative e dai protocolli di sicurezza sanitari” – secondo Allievi – "Un lavoro non facile da svolgere senza l’ausilio della tecnologia, perché bisogna prendere in considerazione tutte le limitazioni o indicazioni derivate da protocolli di corretto e sicuro utilizzo degli spazi comuni all’interno di un edificio, che possono cambiare anche repentinamente”. Il building management system è rivolto anche a migliorare la vita quotidiana delle persone che vivono l’azienda: “Gli utenti possono risparmiare tempo, evitare file o attese inutili”, aggiunge Allievi.

 

Smart building technology e IoT per il monitoraggio a distanza

Dagli ascensori programmabili per essere unidirezionali, alle app mobile per monitorare la densità demografica degli ambienti o per tracciare i contatti. Le soluzioni tecnologiche sono moltissime. Grazie all’installazione di appositi sensori non è solo possibile pianificare l’occupazione degli spazi e controllare il numero di persone al loro interno, ma anche garantire una migliore qualità dell’aria ai dipendenti. I sensori possono infatti comunicare tra loro e stabilire la priorità per il ricambio dell’aria o per la pulizia e sanificazione degli ambienti individuati come i più frequentati. La cosiddetta smart building technology, infatti, ha una molteplicità di utilizzi: grazie all’IoT è in grado di acquisire dati a distanza e utilizza software per il monitoraggio delle condizioni dell’edificio.

 

Dalla gestione all’automazione: il building automation systems è il futuro

I sistemi di automazione degli edifici, building automation systems (BAS), sono reti che mettono in comunicazione diversi sensori o dispositivi controllati da remoto da computer in grado di monitorare e implementare automaticamente il sistema. Quali sono i prossimi step in tema di innovazione? Secondo Businesswire, le soluzioni basate su cloud prolifereranno e i vantaggi dell'intelligenza artificiale saranno sempre più evidenti man mano che gli algoritmi di machine learning diventeranno sempre più raffinati. Il futuro è nell’analisi non solo in tempo reale, ma predittiva, in grado quindi di prevedere i consumi futuri e di anticipare le strategie di gestione. Previsioni, certo, che dovranno sempre essere adattate ai grandi e imprevedibili cambiamenti. Come l’arrivo di una pandemia e quindi le trasformazioni improvvise delle modalità di lavorare e di vivere gli spazi in azienda.

 

Un’innovazione organizzativa che va oltre l’emergenza

“Il building management system consente l’automazione di numerose operazioni che attualmente vengono effettuate manualmente e che creano negli edifici tempi di attesa non utili – racconta Luigi Carabiniere, Direttore Tecnico di Integris –. L’esecuzione manuale espone inoltre a possibili errori di gestione e rende difficile se non impossibile il controllo e monitoraggio a posteriori. L’utilizzo di tecnologia per la gestione di tali procedure (si pensi ad esempio solo ai processi di accesso ad un building, in particolare dove sia richiesto l’accreditamento) consente inoltre di raccogliere dati di utilizzo degli edifici da parte degli utenti (dipendenti, visitatori, fornitori esterni, consulenti, etc.) sui quali è possibile agire successivamente per elaborare analisi storiche e predittive, che possono arrivare anche a supportare la pianificazione delle presenze in sede, così come gli approvvigionamenti o la pianificazione delle manutenzioni, pulizie, sanificazioni”.

In conclusione, la gestione dei processi aziendali è intimamente interconnessa con la gestione degli spazi di un’azienda ed è stata profondamente influenzata dalla pandemia. La tecnologia, però, offre soluzioni di building management system adattabili alle nuove esigenze delle aziende che si trovano oggi a dover garantire standard di sicurezza più elevati e rispettosi dei protocolli previsti per contrastare la diffusione del Covid-19. Soluzioni che non guardano solo all’immediato presente, ma che sono costruite per portare le aziende nel futuro.

Clicca qui e scarica il white paper "New Normal e il ruolo del digitale nell'azienda di oggi e di domani"