Anche in una disciplina di recente concezione come quella del Process Mining – specializzazione a propria volta degli strumenti analitici declinati per l'ottimizzazione del business – è già possibile riscontrare alcune sostanziali differenze tra gli approcci più tradizionali e quelli più innovativi. Il metodo classico riguarda la raccolta e la processazione di dataset legati alla digitalizzazione dei processi e alle informazioni strutturate, generalmente di natura quantitativa, contenute nel log degli eventi aziendali. La loro elaborazione e la loro correlazione attraverso le tipiche piattaforme di Analytics consente di ricostruire le dinamiche e i meccanismi che contraddistinguono il funzionamento dell'impresa a livelli tanto più profondi quanto più sono numerosi i dati a disposizione. Diventa così possibile identificare colli di bottiglia anche all'interno di processi consolidati e apparentemente efficienti, evidenziare criticità invisibili a occhio nudo durante i picchi di lavoro e mettere in luce occasioni per il fine tuning di ciascun task: opportunità che normalmente si perdono nel caos della routine e nel rigore della consuetudine. Risulta in qualche modo chiaro che già applicare l'approccio più tradizionale quando si vuole affrontare il tema del Process Mining implica un grosso salto di qualità nell'ingegnerizzazione e nella verifica delle attività aziendali.

 

Il Process Mining secondo Integris: un approccio cognitivo integrato

Questo sistema però presenta dei limiti nel momento in cui i processi e le interazioni all'interno dell'azienda, come succede il più delle volte, non sono descritti solo da dati strutturati, ma anche da informazioni registrate in stringhe di testo, documenti o addirittura file multimediali. Per accedere a questi contenuti è necessario ricorrere ai Cognitive Services e all'analisi semantica, strumenti che non tutti i fornitori di soluzioni di Process Mining possono mettere a disposizione dei propri clienti. Integris lo fa. Forte dell'esperienza maturata nel proprio Centro di Competenza di Pisa e affinata sul mercato, al fianco delle imprese, Integris è in grado di sostenere concretamente il business con la piattaforma Explora, che anche grazie alla modularità e alla complementarietà degli elementi inclusi nell'ecosistema Integris, si configura come una soluzione valida e completa.

Utilizzando Explora Process in modo sinergico con Explora Text, la soluzione di Integris dedicata all'analisi e all'interpretazione dei dati testuali, si possono infatti superare i limiti delle tecniche classiche di analisi dei processi.  Grazie al suo potente motore semantico, Explora Text riesce infatti a estrarre valore anche da file testuali, comprendendo il senso del linguaggio naturale ed estrapolando informazioni di tipo qualitativo, valutando quindi anche il sentiment aziendale, oltre al mero livello di efficienza dei processi. In questo modo è possibile sviluppare una visuale più completa e profonda del gap esistente tra lo status quo e il potenziale esprimibile tramite gli opportuni interventi correttivi, ed immettere nel contesto analitico quantitativo anche quelle informazioni che normalmente sfuggono a questo dominio, poiché destrutturate. Una visuale che contempla, inoltre, alcuni aspetti della cultura digitale presente in azienda, il cui accrescimento è essenziale per permettere all'organizzazione di adottare nel modo migliore strumenti di nuova generazione.

 

La forza della ricerca, il confronto con il mercato

Come detto, la forza di Integris si basa innanzitutto sulla sua capacità di sviluppare autonomamente soluzioni avanzate. Il già citato Centro di Competenza di Pisa è uno dei due bracci operativi della società, centro per la realizzazione dei prodotti della piattaforma Explora e di tecnologie legate alla linguistica computazionale. L'altro braccio operativo è a Rende, in provincia di Cosenza, Centro di Competenza su Data Analytics e laboratorio principale per le attività di Ricerca e Sviluppo. La struttura di Pisa, sede principale del gruppo di NLP (Natural Language Processing) Engineer, collabora attivamente con la Scuola Superiore di Studi Universitari Sant’Anna e con l’Istituto di Linguistica Computazionale del CNR. L’attività del Centro di Pisa Integris si concentra si sulla ricerca, motore di innovazione, ma affronta al contempo la costante prova del mercato: le intuizioni teoriche e gli algoritmi generati in laboratorio sono applicati a specifici case study che li validano sul campo. E vengono messi in produzione il prima possibile, anche attraverso l'integrazione con la piattaforma Explora Process, per dare risposte immediate e precise ai business affamati di innovazione.

cta_guida_pratica_al_tuo_progetto_di_process_mining