Secondo l’Osservatorio Artificial Intelligence1 del Politecnico di Milano, nel nostro Paese le soluzioni del mercato NLP hanno un tasso di adozione ancora piuttosto modesto, nonostante tra i sistemi di AI abbiano fatto registrare straordinari progressi negli ultimi anni e le loro potenzialità a livello di business siano note e apprezzate. Si genera così un’opportunità importante per tutte le imprese che decidono di intraprendere la strada data-driven perseguendo efficienza, produttività e tante nuove opportunità di business.

Il settore dell’Artificial Intelligence – di cui il mercato NLP fa parte – è in crescita con un +15% nel 2020 rispetto al 2019 e vale ormai 300 milioni di euro: di questi, la ‘quota’ dedicata ai progetti NLP è del 18%. Significativo, e degno di nota, è invece il fatto che solo i sistemi di Intelligent Data Processing abbiano ricevuto nel 2020 attenzioni maggiori (33% del mercato), mentre altre applicazioni molto promettenti di AI come l’Intelligent RPA (11%), i Virtual Assistant (10%) e la Computer Vision (10%) si posizionino tutte al di sotto di NLP.

 

I progetti NLP a regime: soprattutto chatbot e assistenti virtuali

Se l’attenzione si sposta sui progetti NLP a regime, il settore Chatbot/Virtual Assistant è in assoluto quello più radicato con il 12% delle aziende ad avere già progetti in produzione. Il successo del fenomeno è facilmente comprensibile considerando il peso dei saving da un lato e l’incremento verticale di produttività dall’altro, cui si aggiunge – come terzo driver – la possibilità di rifocalizzare parte delle risorse verso attività a maggior valore aggiunto. Altre applicazioni di Natural Language Processing sono ancora nel percorso che le porterà presto alla maturità di mercato: solo l’8% è a regime, ma è già chiaro il loro forte potenziale soprattutto nell’ambito della sentiment analysis, delle traduzioni e dell’automazione della ricerca di documenti.

In Italia, ci si trova quindi in una situazione interessante, laddove le imprese sono sempre più interessate alle soluzioni NLP avendone riconosciuto il valore, ma al tempo stesso debbano fare i conti con barriere come l’assenza di dataset pronti per l’addestramento dell’AI e la scarsità di competenze tecniche e multidisciplinari in grado di sviluppare soluzioni che abbracciano la linguistica, con componenti come analisi sintattica e semantica, così come la Data Science. Inoltre, l’Osservatorio del Politecnico fa giustamente notare che la lingua italiana è uno dei terreni di gioco più ostici in assoluto, condizionato com’è da modi di dire, espressioni dialettali e gergali.

 

Le opportunità offerte dal mercato NLP

I sistemi di elaborazione del linguaggio naturale offrono straordinarie opportunità di business e possono condizionare positivamente il vantaggio competitivo aziendale.

Se limitiamo il discorso alle operazioni sul testo, la capacità dei sistemi di analizzare contenuti non strutturati, classificarli ed estrarne informazioni utili al business (Text Analysis & Classification) può rappresentare non solo un forte driver di efficienza, ma anche una grande spinta innovativa verso nuovi modelli di relazione col cliente, nuovi prodotti, eventualmente (anche) rinnovati modelli di business. La sentiment analysis, che formalmente è uno degli ambiti di applicazione di NLP, sta diventando un elemento cardine del marketing grazie all’applicazione su tutti i canali di contatto, dai social network alle interazioni dei contact center. Per non parlare di progetti per l’analisi di documenti amministrativi, l’estrazione di informazioni di sintesi da documenti di governance per semplificarne la consultazione, i nuovi scenari di HMI (Human-Machine Interface) e il Conversational AI, che vanno oltre la ricerca del sentiment e abbracciano il vero significato, l’intento dell’interlocutore, cui offrire risposte adeguate e un trattamento personalizzato. Lungo questi scenari, non vi è alcun dubbio che le applicazioni di NLP cresceranno esponenzialmente, premiando chi per primo ne avrà colto tutto il vero potenziale.

1 Osservatorio Artificial Intelligence

Infografica - estrarre valore dai dati